Diamo valore a ogni singolo giorno

Analizziamo e selezioniamo le informazioni più utili.

A piccoli passi miglioriamo il tuo futuro. 

Nuove regole per la fatturazione

Le nuove disposizioni sono applicabili alle operazioni effettuate a decorrere dall’1.1.2013. In particolare, a seguito delle modifiche apportate all’art. 21, DPR n. 633/72:

•  è introdotto un nuovo contenuto della fattura (tra gli elementi obbligatori si evidenzia il numero di partita IVA dell’acquirente / committente, il numero di identificazione IVA del cliente UE ovvero il codice fiscale del cliente soggetto privato). Si sottolinea pertanto l’importanza di verificare che tali dati siano corretti.

•  la fattura va emessa anche per le operazioni carenti della territorialità indicando “inversione contabile” se effettuate nei confronti di soggetti passivi UE ovvero “operazione non soggetta”;

•  viene modificata la definizione di fattura elettronica, intendendosi tale “la fattura che è stata emessa e ricevuta in un qualunque formato elettronico”. Il ricorso alla fattura elettronica è subordinato all’accettazione da parte del destinatario;

•  la fattura relativa ai servizi generici ex art. 7-ter, DPR n. 633/72 va emessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.

Con l’introduzione del nuovo art. 21-bis è prevista l’emissione della “fattura semplificata”, nella quale è possibile indicare il solo codice fiscale o partita iva dell’acquirente, limitata alle operazioni di importo complessivo non superiore a € 100 e alle note di variazione.